Esprimere la propria creatività in assoluta libertà

Informazioni 389 5450774

In Aeternum_viaggio nell'Inferno di Dante

Una Produzione Nuovo Melograno

Diretto e Interpretato da Catia UrbinelliCristian Strambolini e Daniele Vocino 

Scene di Roberto Montagna 

Foto di Filippo Volpini

 

Lo spettacolo prende vita in occasione delle celebrazioni per i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri. 

Lo sguardo dello spettatore si affaccia dentro l’inferno, uno spazio delimitato scenograficamente da un muro circolare che ne disegna la linea di demarcazione. I versi di Dante, declamati dagli attori,  conducono lo sguardo dello spettatore da un quadro all’ altro: gli ignavi con gli angeli caduti, Caronte, Minosse, Paolo e Francesca, Cerbero, gli iracondi, i centauri, Pier delle Vigne, Ulisse, il conte Ugolino e Lucifero.

Nello spettacolo in Aeternum le parole del sommo poeta si sovrappongono ad una performance dal grande impatto fisico e corporeo, i personaggi prendono vita, i peccatori diventano carne mentre nell’aria riecheggiano i versi che gli attori declamano, in un doppio piano spazio temporale che coinvolge lo spettatore a 360°. Demoni, bestie mitologiche, visioni celestiali, personaggi ripresi dalla letteratura classica, dannati costantemente prede delle pene indotte, si susseguono in una danza demoniaca, ad un ritmo incessante. La scenografia imponente, avvolgente, massiccia annienta il peccatore, lo costringe a fare i conti con se stesso, le sue fragilità, i suoi tormenti. 
In Aeternum è  lo sguardo su un luogo che non ha tempo, in cui la sofferenza non ha inizio né fine.

I momenti affrontati:

- Antinferno: gli ignavi e gli angeli - II Cerchio: i lussuriosi - III cerchio: i golosi - 

- IV cerchio: avari - V cerchio: Iracondi - Città di Dite - 

- VII cerchio: I Girone: Violenti, II girone: i Suicidi - 

- Malebolgie: I Bolgia: Seduttori, II Bolgia: Adulatori, VIII Bolgia: Consiglieri Fraudolenti

- Cerchio IX Antenora: Traditori della Patria - Giudecca.

 

Scheda Artistica

Scheda Tecnica

 

Galleria foto

Condividi e commenta lo spettacolo con gli hashtag del Teatro

#inaeternummelograno