Teatro Nuovo Melograno

  Senigallia (AN), via Botticelli 30/1

Programma 2016/2017

Chi ama brucia. Discorso al limite della Frontiera

uno spettacolo del Gruppo Teatrale Nomade ORTIKA / Alice Conti

produzione Trento Spettacoli
testo Chiara Zingariello
ideazione e regia Alice Conti
con Alice Conti
luci, audio, scene Alice Colla
costumi Eleonora Duse
assistente di produzione Valeria Zecchinato
con il sostegno di Ministero dei beni e delle attività culturali
con la complicità di Spazio Off (Trento), LAB121 (Milano), Scenica Frammenti (Lari), Teatro Sociale Gualtieri (RE), Lapsus club, Circolo Oltrepo', Cavallerizza Reale Liberata, La Tana (Torino)

C'è un destino nell'assegnazione di uno spazio. Lo spazio definisce o meglio ridefinisce le persone che lo occupano. E in Italia mezzo milione di persone sono passibili di internamento fino a un anno e mezzo in un Campo come quello che la Crocerossina ci racconta qui: un Centro di Identificazione ed espulsione (CIE). Queste persone sono i clandestini, una categoria che questo luogo serve a creare e che non esiste se non in relazione a questo luogo.
Tratto da una reale intervista a una lavoratrice del Campo, il primo Discorso al Limite della Frontiera vuole aprire uno squarcio su uno scenario invisibile della nostra contemporaneità. Il Campo introduce nello spazio civile della città, un'eccezione inquietante e antica: le persone vi sono recluse non per qualcosa che hanno fatto ma per qualcosa che sono.

"L'indigeno è l'essere chiuso in un recinto". F. Fanon

selezione Premio Dante Cappelletti 2013, Roma
vincitore Anteprima 2014 - Festival Collinarea - Lari (PI)
menzione giuria Scandalo! 2014 - (BZ)
vincitore Direction Under30, Teatro Sociale Gualtieri (RE)
vincitore Giuria Giornalisti Premio Nazionale Giovani Realtà del Teatro, (UD) con il patrocinio di Amnesty International Italia


in programmazione

  sabato 29 OTTOBRE 2016  -    21
  domenica 30 OTTOBRE 2016  -    17.30

Condividi e commenta lo spettacolo con gli hashtag del Teatro:
teatromelograno    chiamabruciaalmelograno