Teatro Nuovo Melograno

  Senigallia (AN), via Botticelli 30/1

Casting attore e attrice professionisti per spettacolo teatrale

Per la stagione teatrale 2017/18, il Teatro Nuovo Melograno di Senigallia, produce uno spettacolo scritto e diretto da Carmen Giordano sui Racconti di Anton Cechov.

cerchiamo

Un'attrice e un attore professionisti che dialoghino in scena con Catia Urbinelli e Daniele Vocino della Compagnia TNM, in particolare un'attrice di età scenica compresa tra i 20 e i 30 anni e un attore tra i 40 e i 50, possibilmente residenti nel territorio marchigiano o limitrofo.
La selezione avverrà tramite due giornate di lavoro su alcuni testi dell'autore russo.

fasi di lavorazione dello spettacolo

1. Cinque giorni di studio sui Racconti
Leggiamo, analizziamo, ci immergiamo nei frammenti di vita ritratti con leggerezza. Attimi rubati al tempo che fugge. E' una fase di avvicinamento al linguaggio dell'autore, che ci permette di sviluppare un immaginario comune e orientarci nella scelta dei materiali necessari alla creazione di una drammaturgia.

2. Una settimana di lavoro su una drammaturgia possibile
Testiamo i materiali con il lavoro in sala prove. Tutto è passibile di modifiche: scene, distribuzione, montaggio. Cerchiamo la via più efficace per tradurre in azione i testi e i personaggi dei Racconti.

3. Una settimana di prove sul testo definitivo
cui segue l'allestimento, il debutto e le repliche dello spettacolo.

selezione attori

  Sabato 21 e domenica 22 ottobre 2017 (10.00 - 20.00)

calendario fasi di lavorazione

  MER 6 - DOM 10 DICEMBRE 2017
  LUN 15 - DOM 21 GENNAIO 2018
  LUN 5 - DOM 11 FEBBRAIO 2018
  LUN 12 - DOM 18 FEBBRAIO 2018

per partecipare

Inviare curriculum vitae, una foto a figura intera e una in primo piano all'indirizzo info@nuovomelograno.it specificando nell'oggetto "selezione Cechov" entro il 21 settembre 2017.

la sfida di Cechov

Anton Cechov è un maestro nel ritrarre la vita così com'è, attraverso un linguaggio sotteso alle parole, nascosto tra le pause del discorso, quello che passa nell'arco di un respiro, nell'incrocio di due sguardi, nel momento della sospensione, quando tutto si fa palese e arcano. Sembrerebbe prendere le sue frasi dalla vita di ogni giorno, ma non c'è frase di Cechov che non sia stata cesellata in modo da dare quest'impressione, ovvero che l'attore parli come nella vita. Eppure, se così facesse, non funzionerebbe. Ecco la sfida di Cechov: concentrare la vita, comprimerla nel tempo e nello spazio. I suoi testi sono una giostra di sentimenti. I suoi personaggi un coro di singoli individui. Immergersi in questo autore significa affinare i propri strumenti linguistici, ridefinire un equilibrio tra artificio e verità, è un invito all'azione e alla leggerezza.
Cechov è stato autore di racconti per tutta la vita. Scritti per essere letti, i Racconti contengono tutti i personaggi e le dinamiche relazionali che troviamo sviluppati nelle commedie. Un'umanità viva, musicale, ironica, guardata con passione e nella totale assenza di giudizio.

Carmen Giordano ( curriculum)

Carmen Giordano - laureata in Lettere presso La Sapienza di Roma e diplomata in Regia presso la Scuola d'Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano - scrive e dirige spettacoli per diversi artisti e realtà del territorio nazionale: IDIOTA_ un tradimento di F. Dostoevskji, con Enrico Campanati, per il Teatro della Tosse di Genova (2010). Fragments da Marilyn Monroe, con Mariangela D'Abbraccio (2012). Della caduta un passo di danza, coreografia di Lara Guidetti per il CRT di Milano (2014). L'opera La Gilda Furiosa, con musiche di Giulia Tagliavia e libretto di Stefano Benni per il Centro Santa Chiara di Trento (2016). Dal 2008 al 2015 dirige la compagnia Macelleria ETTORE, per cui crea otto spettacoli: drammaturgie originali che si riferiscono ai classici, li fanno a pezzi e li ricompongono. Dal 2015 inizia un percorso di ricerca sui Racconti di Anton Cechov con la supervisione ai testi di Fausto Malcovati.